Archive

All posts by category

La Compagnia + Barone Birra: LA COTTA

by 03/12/2012 2 comments

IMG_1862Sabato ha preso il via una interessante collaborazione tra La Compagnia delle Birre (ovvero Claudio + Simone) e Barone Birra con una cotta di una Belgian Blonde Ale. Vi dico subito una cosa: OG prevista 1066, OG misurata 1075 per una efficienza del 74%. Ottimo direi.
Purtroppo c’è stata la defezione di Simone dell’ultimo secondo per motivi di salute ma non mancherà occasione di replicare.
Partiamo dall’inizio: l’attrezzatura messa a disposizione di Barone ci ha permesso di macinare quasi 20kili di malto in pochissimo e dico pochissimo tempo permettendoci di dedicarci subito alla parte fondamentale della cotta, il mash. In questa fase abbiamo potuto utilizzare e testare BeerControl per tutta la fase apprezzando alcune delle caratteristiche.

IMG_1866Essendo il primo utilizzo abbiamo dovuto soprassedere su alcuni dubbi che sono sorti strada facendo e siamo passati alla modalità manuale. Lo strumento è davvero utile per monitorare con precisione ed avere subito dei riscontri sulla variazione delle temperature all’interno del tino di ammostamento e per la gestione degli step. La gestione del fornello è stata  manuale quindi senza l’utilizzo di un’elettrovalvola che potesse gestire autonomamente  la fiamma e questo ha complicato leggermente le cose. E siccome i guai non vengono mai da soli le pale per l’agitazione non riuscivano a girare perchè forse il motorino era leggermente sottodimensionato. Niente paura, le nostre menti hanno già pensato a come procedere in futuro.



IMG_1870Filtrazione da paura per un mosto limpido con batch sparging in due passaggi e poi via di bollitura, una bella bollitura vigorosa di 60minuti. 4 gettate di luppolo  Styrian Goldings e Saaz e passa la paura

Detto questo la cotta è andata avanti senza particolari intoppi fino a tarda ora, ossia fino a quando con una certa soddisfazione abbiamo inoculato il lievito e abbiamo augurato al mosto una serena notte, non prima di aver impostato il termoregolatore alla temperatura di 18°C. Questa temperatura salirà di un grado al giorno fino al raggiungimento dei 23°C.

Speriamo di raggiungere la FG prevista ed avere quindi una buona attenuazione come richiederebbe lo stile in questione.
Completata la fermentazione provvederemo all’abbattimento della temperatura.

Tornando al BeerControl posso dire, in via del tutto personale, che lo strumento ad un primo utilizzo è sembrato degno di nota. Di sicuro va studiato bene prima di avventurarsi in una cotta per poterlo comprendere al meglio e non farsi trovare impreparati come abbiamo fatto noi. In realtà ci siamo un po’ incartati nella gestione manuale della fiamma del bruciatore e quindi abbiamo stoppato il programma precaricato e siamo passati in modalità manuale. Con BeerControl difatti è possibile caricare un programma per l’ammostamento con gli step di temperatura e i tempi di mantenimento per quella determinata temperatura. Si può impostare  un allarme al raggiungimento della temperatura e si può in seguito visualizzare il grafico con l’andamento delle temperature.
Uno strumento sicuramente interessante, torno a ripeterlo, che fa molto comodo a chi vuole passare da un  semplice pentolone ad un impianto autocostruito un po’ più complesso e automatizzato.
Tutto rose e fiori? Non è nel mio stile. Un grande appunto va fatto all’interfaccia che ricorda quello dei software di 5mila anni fa (passatemi la battuta) che rende lo strumento meno intuitivo e meno appetibile. Sicuramente è da rifare, magari cercherò di dare qualche suggerimento per migliorare l’appeal e l’usabilità del prodotto

Seguiranno aggiornamenti 🙂

2 Comments so far

Jump into a conversation
  1. Davide Foschi (@argaar)
    #1 Davide Foschi (@argaar) 3 Dicembre, 2012, 17:34

    che fornello usate per il mash e per tenere sotto controllo la temperatura? io credo di averlo dimensionato troppo grande, quando devo tenere temperature minori di 65 gradi è dura perché è talmente chiuso che quasi si spegne…

    Reply this comment

Your data will be safe!Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person.