Archive

All posts by category

Brassare Romano 1^ Edizione 2012

by 17/12/2012 0 comments

Con qualche giorno di ritardo ci occupiamo del primo concorso brassicolo che ci ha visti in campo (termine così di moda oggi).
Dopo i 4 appuntamente che si sono svolti al Blind Pig, Maltese, Birrifugio e di nuovo Blind Pig abbiamo concluso al secondo posto.
Anche se l’ultima serata, dedicata alle birre di Natale,  non ci ha visti in grande forma siamo riusciti a rimanere sul podio battagliando all’ultimo goccio con Edoardo Meloni, vincitore del concorso.
Per questa prova avevamo preparato due birre, leggermente diverse tra loro, e siamo stati indecisi fino all’ultimo su cosa portare. Probabilmente adesso siamo in grado di affermare che abbiamo preso la decisione sbagliata. La prima birra, realizzata con una speziatura tipica del vin brulè altoatesino, ci sembrava in principio fin troppo speziata. Abbiamo creduto di aver esagerato un po’ e che fosse decisamente sbilanciata.
La seconda invece, quella che abbiamo iscritto, vedeva l’uso di coriandolo, anice stellato e buccia d’arancia amara. Ci è sembrata forse più equilibrata ma, al contrario della prima, era molto giovane. “Entrata in bocca mortale” ci ha scritto uno dei giudici.
Facile adesso per noi capire che dovevamo rischiare, ma il risultato ci sta bene.

Cercando di capire quali sono state le birre che si sono ben piazzate abbiamo notato che gli stili presentati sono veramente i più vari. Senza nessuna volontà di fare polemica per noi una birra di Natale è una birra speziata e  alcolica mentre invece abbiamo constatato che nelle prime classificate c’era solo l’alcolico. Questo non significa che la nostra meritasse un punteggio maggiore, anzi, abbiamo riscontrato che tutti i giudizi dati corrispondono a verità ma più che Birre di Natale forse è stato un Free Style più alcolico.

Finito questo concorso, dopo l’annuncio di Andrea “Barone Birra” pensiamo già all’anno prossimo rinnovando un po’ alcuni componenti dell’impianto andando a sostituire alcune parti in acciaio, guarnizioni in teflon ecc.

Nel frattempo abbiamo anche acquistato il software Beersmith che sempra davvero molto completo. Forse al primo impatto non è intuitivo ma si prende subito la mano e si possono impostare per bene tanti parametri relativi al proprio impianto per avere delle ricette messe a punto come si deve.

Alla prossima!

No Comments so far

Jump into a conversation

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

Your data will be safe!Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person.