Archive

All posts by category

Munich Helles

by 30/07/2014 2 comments
Munich Helles

Munich Helles

Come si poteva facilmente intuire dall’ultimo articolo scritto ben tre mesi fa, dopo una fase di studio e di raccolta informazioni, mi sono buttato per la terza volta sulla bassa fermentazione. Mentre le prime due volte avevo tentato una pils, con lievito secco e senza frigorifero, questa volta ho scelto una Helles. La scelta del lievito è caduta sul Southern German Lager della White Labs, altrimenti detto WLP838 e per il luppolo ho puntato un tedesco “nobile” come l’Hallertauer Mittelfruh.

Veniamo alla ricetta:

OG:1.050 IBU:20 EBC:7 FG:1.011

85.7% Pils tedesc0
9.5% Cara-pils
2.9% Monaco I
1.9% Melanoidin
Luppolo, come già detto Mittelfruh con aggiunte a 60-20-0 minuti

La cotta, complice un recentissimo infortunio al ginocchio il giorno prima della cotta, è stata complicata per via del grande vento e non priva di erorri grossolani. Uno su tutti il filtro Halo dimenticato al sole ad asciugare dopo il lavaggio. Questo errore mi ha portato ad una filtrazione fatta in due fasi ma alla fine tutto è andato per il meglio.

Mash in a 53° e temperatura assestata a 50° per un Protein rest che desta sempre la solita riflessione: serve o non serve? Probabilmente no però mi sentivo molto rigoroso e l’ho voluto fare. Passati i 10 minuti previsti rampa fino a 66°  per mantenere la stessa temperatura fino a conversione. Mash out di 10 minuti  a 77° e pronti per una filtrazione senza precedenti.
Proprio per la mancanza del filtro Halo sto stato costretto a travasare tutto nel tino di boil, inserire il filtro Halo, riportare tutto nel tino di mash e partire con la filtrazione.
Come detto in anticipo, brassando in giardino, il forte vento mi ha obbligato a dover controllare costantemente la fiamma pilota per consentire la riaccensione del fornello comandato dal PID. Vabbè poco male, la giornata è stata gradevole
Se devo essere onesto questo filtro Halo non mi piace granchè, forse i fori sono troppo grossi e generalmente mi passa sempre una buona parte di robaccia che mi obbliga ad un ricircolo iniziale prolungato.

Detto questo, buona filtrazione finale e tutto è pronto per la bollitura ma, come sempre qualcosa mi sfugge. Ogni cotta ha il suo imprevisto, mi sembra sempre di pescare una carta del Monopoli. L’imprevisto della Helles è stato il lupppolo: non avevo controllato gli AA del pacchetto dimenticando che il raccolto 2013 ha avuto dei risultati decisamente bizzarri. In soldoni, per poter raggiungere gli IBU previsti, ho dovuto optare per 5gr si styrian goldings per la prima aggiunta a 60 minuti.  Poco male!

La grande incognita era il raffreddamento: dovendo fermentare a 10° avevo bisogno di freddare maggiormente rispetto al solito e sono riuscito ad arrivare a 15°.
Ho ossigenato con la paletta del kit per buoni 3minuti ed ho inoculato il lievito. Messo il tutto in frigo con temperatura impostata a 9°, temperatura che è stata raggiunta nel giro di un paio d’ore.

La fermentazione nel complesso è durata 10gg come previsto, gli ultimi due giorno ho innalzato la temperatura a 11,5° per timore che rallentasse troppo. Quando la densità misurava 1.016 ho permesso l’innalazamento naturale della temperatura con limite a 20° per un totale di 24 ore, favorendo così il riassorbimento del diacetile, come indicato nell’articolo precedente. Al termine delle 24h la gravità era arrivata a 1.011, due punti più bassa di quella prevista.

Completata la fermentazione ho effettuato un trasferimento e poi  l’abbattimento della temperatura a 0° per 4 settimane abbondanti. Il priming per la carbonazione, al momento di imbottigliare, è stato fatto con l’obiettivo dei 2vol. In realtà sarebbe stato più in stile cercare un valore fra i 2.3 e i 2.5 ma andando incontro all’estate avevo paura di un lavoro extra durante la maturazione in cantina.
La rifermentazione è avvenuta in circa 20gg alla temperatura di 10° e poi giù in cantina a maturare.

Nel prossimo articolo scriverò qualcosa dopo i primi assaggi.

Cheers!

2 Comments so far

Jump into a conversation
  1. Zio Bill
    #1 Zio Bill 30 Luglio, 2014, 15:50

    attenderemo la recensione sugli assaggi, e spereremo in una bottiglia 😉

    Reply this comment

Your data will be safe!Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person.