Archive

All posts by category
Eurhop 2014 – Piccolo resoconto

Eurhop 2014 – Piccolo resoconto

by 08/10/2014 0 comments

1898693_822808891074591_7562507428818283838_oSeconda edizione del Festival EURHOP che l’anno precedente aveva stupido favorevolmente tutti organizzato da Manuele Colonna e da Publigiovane.
La scelta dei birrifici, come per la scorsa edizione, è stata curata personalmente dagli organizzatori ed ha permesso di portare a Roma oltre ai soliti noti, anche qualche birrificio di nazioni che vedono solo in questo periodo l’inizio della rivoluzione della birra artigianale.
Per fortuna o purtroppo nel 2014 ho dovuto saltare a piè pari quasi tutti gli eventi importanti che si sono tenuti a Roma, le mie speranze quindi erano tutte riposte in EURHOP.
Quest’anno, al contrario di quello passato, sono riuscito a presentarmi un solo giorno e non due ma ho cercato di ottimizzare per provare il maggior numero di birre. Devo ammettere che alcune di queste sono stra note ma avendo un amico che si affaccia alla birra artigianale, o di qualità, mi è sembrato doveroso fargli assaggiare qualcosa di significativo.
Questo l’elenco delle birre che abbiamo tranguigiato.
Beavertown Brewery – Quelle Saison
Beavertown Brewery – Passione Phantom
Birra Baladin – Xyauyù Fumè
Birrificio Castelli Romani – Cerasa Nera
Birrificio Lariano – Salda
Birrone – Cibus
Brasserie Cantillon – Fou Foune
Brasserie Cantillon – Kriek
Brasserie Dieu Du Ciel – Péché Mortel
Eastside Brewing – Sunnyside
Eastside Brewing – Sixheaven
Extraomnes – Blond
Extraomnes – Imperial Zest
Extraomnes – Donker
Extraomnes – Plain
Freigeist Bierkultur – The Monarchy Viking Gose
Fyne Ales – Jarl
Fyne Ales – Vital Spark
Fyne Ales – Maverick
Gaenstaller Bräu – 7 Grain Bourbon Double Bock
Lervig – Once You Go Black
Menaresta – 22 La Verguenza
Micro-Brasserie Le Trou du Diable – La Saison du Tracteur
Toccalmatto – Zona Cesarini

Alcune di queste si sono rivelate le solite certezze del panorama italiano – Blond di Extraomnes, La Verguenza di Menaresta e  Cibus di Birrone –  e internazionale, Cantillon su tutti. Tra le scoperte  la Passion Phantom brassata con Passion Fruit, birra leggera di 3,2%alc e con una netta nota citrica al palato che la rendono decisamente adatta alle calde giornate che ci stiamo lasciando alle spalle. Tra le nuove proposte EastsideBrewing dell’amico Luciano  che proponeva, tra le altre, un’american IPA – la Sunnyside–  e una birra brassata con cocco tostato, la Sixheaven, birre di ottimo livello per questa brewfirm di Latina con grandi progetti da realizzare. Poco interessanti invece, a mio avviso, le tre Fyne Ales indicate.
Anche per il 2014 voglio scegliere la mia personale birra “Best in Show”, titolo che si aggiudica senza ombra di dubbia la Once You Go Black di Lervig, Imperial Stout da 13,5% invecchiata in botti di Bourbon. Un capolavoro del grande Mike Murphy.

Ora non mi resta che attendere l’anno prossimo e sperare di vedere qualcuna di queste birre sul mercato romano con un po’ di frequenza.

Cheers!!!

No Comments so far

Jump into a conversation

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

Your data will be safe!Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person.